SOSTIENI IL SITO

Usemlab



Vaffa Europa Stampa
Scritto da Francesco Carbone   
Lunedì 06 Luglio 2015 01:35
Condividi


altE alla fine i Greci votarono per il no. Un clamoroso vaffa a tutta l'europa di burocrati non eletti che da cinque anni tengono in piedi una nazione fallita per tornaconto personale (un progetto politico al confine del comunismo di cui loro sarebbero gli illuminati dittatori) e delle banche che proteggono (perché il feudalesimo moderno di cui siamo schiavi oggi si fonda sul socialismo monetario).

Finalmente i Greci hanno l'opportunità di dichiarare fallimento e festeggiano come se avessero vinto i mondiali di calcio. Invece non hanno vinto niente, e perderanno ancora molto, facendo probabilmente la fine del venezuela o dell'argentina, ma perlomeno hanno avuto il coraggio di votare no al socialismo monetario della BCE anche se scegliendo un eventuale socialismo monetario nazionale faranno una fine peggiore.

Però. Finalmente abbiamo l'opportunità di capire come il problema economico delle ultime due decadi sia il socialismo monetario, non importa se nazionale o europeo, finalmente potremo capire come i banchieri centrali di tutto il mondo siano impazziti dal 2009 a oggi cercando di salvare un sistema fallito ricorrendo agli stessi strumenti che l'avevano portato al fallimento: debito e consumi non sostenuti da risparmi. Finalmente il progetto europeo sostenuto contro ogni norma dal bluff di tutti i bluff (il whatever it takes) comincerà a fare i conti con la realtà.

Finalmente vedremo tutti i buffoni che osannavano Draghi (chiunque, CHIUNQUE in questa europa fallita, pure i blogger indipendenti che stimavo!) e quelli che osannavano le valute nazionali (cialtroni locali fanatici della svalutazione come rimedio a tutti i mali) perdere entrambi, perché da ignoranti economici non hanno capito che il problema è il socialismo monetario, non importa se esso sia nazionale, europeo o mondiale.

Finalmente la gente, grazie al caso greco, ha la possibilità di riflettere, e non più grazie a un libro pubblicato dal signor nessuno io sottoscritto, ma grazie a immagini di gente in coda agli atm, davanti a banche chiuse, con gli scaffali dei supermercati vuoti. E se credete che tutto questo non possa capitare in Italia, Francia, Giappone, o anche Stati Uniti, allora siete degli emeriti zucconi e vi meritate di fare la coda al primo ATM quando lo stesso destino toccherà a un altro paese fallito che ancora sta in piedi grazie all'illusionismo monetario di una banca centrale.

Una cosa diventa anche chiara, non avere da parte almeno un paio di mesi di scorte monetarie, tra contante, oro, o cryptocurrencies, è una scelta molto pericolosa che pagherete cara. Magari non nell'immediato futuro, ma sicuramente entro qualche anno (state sicuro che da domani le banche centrali butteranno ancora liquidità sui mercati, cercando di manipolare come al solito tutti i prezzi a partire da quello dell'oro).

La Grecia ci ha solo mostrato cosa attende tutti gli altri paesi falliti del globo. Il socialismo monetario può vivere solo depredando il propri cittadini, fino a che la situazione non diventa insostenbile. E lo è già ovunque. Solo eserciti di pecore che belano e si fanno tosare giorno dopo giorno lo rendono ancora possibile. Il più grande errore di chi come me aveva condannato l'operato delle banche centrali è stato quello di sottostimare l'ignoranza delle masse. Che ora hanno uno spettro davanti. Quello della Grecia.

 
(1 voto, media: 5.00 di 5)

Commenti 

 
0 # Alfoja 2015-07-06 09:59
Ne faccio un promemoria, anzi me lo scrivo sul palmo della mano come si faceva a scuola, una volta, prima delle interrogazioni.

""Una cosa diventa anche chiara, non avere da parte almeno un paio di mesi di scorte monetarie, tra contante, oro, o cryptocurrencie s, è una scelta molto pericolosa che pagherete cara.""
 
 
+2 # mauro3 2015-07-07 08:03
Due mesi mi sembrano un pò pochini.
Anzi siccome " è mio solo ciò che tengo in mano" meglio non lasciare nulla nelle tasche delle banche.
 
 
0 # AlessioR 2015-07-06 22:34
tranquilli i problemi son finiti

austerity over scrivono sugli stirscioni sti coglionazzi illusi



http://goldsilver.com/video/marc-faber-warn-s-a-greece-will-come-to-your-neighborhood-very-soon-(2)/
 
 
+12 # Francesco 2015-07-07 00:00
L'italiano medio è convinto che quanto è accaduto in grecia non accadrà in Italia. Secondo me 90% che invece tocca pure al popolo dello stivale, tempo qualche anno, visto che è messo forse anche peggio della Grecia. Time will tell. Facciamo ancora in tempo a fare il 250% di debito su GDP, tanto se lo compra tutto Draghi, a 200 basis point di spread e problema risolto, giusto? Grande Draghi, un mito assoluto. Dall'altra parte dell'oceano poi sarà bello vedere la vecchia gestire i 200 trilioni di passività americane off balance che l'obametto gonfia anno dopo anno insieme al debito pubblico federale. Un mondo di fenomeni assoluti. E tutto intorno pecore belanti che ignorano. Oh l'umananità.
 
 
+1 # vento1 2015-07-07 12:29
"Oggi assistiamo ad una seconda colonizzazione, quella dell'anima, ed ad una seconda industrializzaz ione quella della mente effettuate dai venditori di informazione, di conoscenze, di nuova educazione....
E' a tutti gli effetti un'industria della lavorazione delle menti...
Il mondo e l'uomo sono come prede che non possono piu' difendersi contro questa aggressione dominatrice...



Marcel de Corte
L'intelligenza in pericolo di morte.
 
 
+1 # saldisaldi 2015-07-08 17:33
Citazione Francesco:
L'italiano medio è convinto che quanto è accaduto in grecia non accadrà in Italia. Secondo me 90% che invece tocca pure al popolo dello stivale, tempo qualche anno, visto che è messo forse anche peggio della Grecia. Time will tell. Facciamo ancora in tempo a fare il 250% di debito su GDP, tanto se lo compra tutto Draghi, a 200 basis point di spread e problema risolto, giusto? Grande Draghi, un mito assoluto. Dall'altra parte dell'oceano poi sarà bello vedere la vecchia gestire i 200 trilioni di passività americane off balance che l'obametto gonfia anno dopo anno insieme al debito pubblico federale. Un mondo di fenomeni assoluti. E tutto intorno pecore belanti che ignorano. Oh l'umananità.


Non credo che siamo messi peggio della Grecia: da noi c'è una mole di risparmio privato ancora considerevole e i nostri politici lo sanno molto bene.
 
 
0 # Borderline.Keroro 2015-07-08 22:28
per cui verranno a prenderselo, con le buone o con le cattive. Quindi oltre all'oro fare scorta anche di altro metallo pesante ma meno pregiato.
Non so se vi siete resi conto, ma l'Italia è in piena invasione da migranti che, non sapendo come e dove piazzarli, il caro Renzi sbologna a destra e a manca in case private. Anche, con mossa assolutamente lungimirante, in località turistiche: il cazzaro è geniale.
Non credo che il casino arriverà tra molto.
 
 
+6 # Francesco 2015-07-07 15:25
Citazione:
Gold and silver are getting crushed


E come volevasi dimostrare, devono difendere il truffone specialmente nei momenti di crisi! Approfittate approfittate e mettete da parte.
 
 
+9 # Francesco 2015-07-08 08:07
La cosa più bella è vedere tutti sti politici cialtroni parassiti parlare di regole dell'euro. Ah si?? le regole?? bene, partiamo con il 60% di debito/pil... chi l'ha mai rispettato? all'inizio i paesi migliori, poi sono saltati tutti. Il 3% di deficit?? saltato già anni fa per tutti. Sono tutti dei buffoni, l'europa un sistema normativo a livelli della URSS; e il sistema monetario euro, solo socialismo monetario a livello sovranazionale. Speriamo che muoia tutto ciò per la libertà dei popoli europei.
 
 
+1 # vento1 2015-07-08 10:23
Di sentimeni profondamenti eurocentrici in senso storico e culturale, non posso che pensare ed auspicare un ritorno ad una piena liberta' di tutti i suoi popoli nel rispetto dei loro percorsi e della loro identita'.
Credo che la strada sia in salita ma non lunghissima.
E' una strada antica e nuova nello stesso tempo.
Passa da alcune battaglie che hanno segnato la nostra liberta' e primazia. Si parte dalla battaglia di Belgrado, si passa per la battaglia di Lepanto, alla battaglia di Vienna, per arrivare alla liberazione di Vienna nel 1955 dal giogo sovietico e dal giogo delle potenze alleate.
I politici di allora, e il popolo compresero bene chi ringraziare. Il ringraziamento fu pubblico e corale, Era il 12 Settembre 1955. Una data non qualsiasi per la sopravvivenza dell'Europa e di Vienna.
Un filo discreto quanto forte ed evidente, lega ciascuno di questi eventi concreti.
E segna in fondo il carattere e la nostra identita' di europei
 
 
+3 # GIG64 2015-07-08 14:14
è proprio il caso di riproporre il vecchio adagio:
'Tranquilli,non succede gnente' (TM) :lol:
 
 
0 # vento1 2015-07-09 10:19
Succedera' di tutto ne sono da tempo consapevole. Semplicemente se la storia e' maestra di vita, la storia va' pensata, ragionata.

Pensare la Storia, cosi' il titolo di un successo editoriale di Vittori Messori.

Causa ed effetti sono realta' che muovono anche questo spazio.
 
 
+8 # Francesco 2015-07-08 22:50
non succede gnente finché una mattina non ti svegli e fai a fare la fila al bancomat come uno stronzo. questo succederà.
 
 
+1 # seba2 2015-07-12 01:43
speriamo presto , peggio per gli impreparati , del resto oggi abbiamo mezzi per sapere e informarci.
 
 
+1 # camillini 2015-07-13 07:18
Sento che moltissimi, gente comune, chiedono di uscire dall'euro e tornare alla "beata svalutazione". Io invece, da questo punto di vista, sono d'accordo con Huerta De Soto che vede nell'euro un proxi della moneta agganciata all'oro. La moneta non deve essere ad uso e consumo di chi cerca scappatoie. Anche il QE di Draghi, che è in assoluto è una cosa sbagliata, è servito per smascherare il QE della FED e la finta ripresa americana. L'euro non si è svalutato rispetto al dollaro; era il dollaro che era svalutato. Ovviamente siamo nel campo delle scelte "second best"...
Magari mi sbaglio. Mi aiutate a capire?
 
 
+3 # mfc 2015-07-13 09:19
IMHO non è un second best è una pragmatica osservazione degli effetti disciplinanti di una moneta non in mano direttamente ai politici. L'osservazione che un sistema di cambi fissi rende inevitabile l'emersione dei bari. (come succederebbe con l'oro)
La sostanza non cambia però. Un osservazione non cambia il fatto che viviamo in un sostanziale socialismo monetario (tm Carbone) di contraffattori, truffatori e cialtroni spalleggiati consciamente e inconsciamente anche dalle persone "per bene".
I catturati, i collusi e gli ignavi sono la maggioranza. W la democrazia.
 
 
0 # Borderline.Keroro 2015-07-13 09:55
l'€ è come la £, semplice carta.
Sappiamo che chi ha in mano la stampante ne approfitta derubando gli altri.
Ora, nel manifatturiero l'Italia era la concorrente diretta della Germania, la quale ha salde in mano le leve del comando.
Mettiamo poi una classe politica assolutamente tassassina, ladra, idiota e servile ed eccoci serviti.
Uscire dall'€ serve inoltre a mandare a gambe all'aria la dittatura europea, che su esso si regge.

L'€ è una pompa che usa la Germania per drenare le ricchezze dei vicini, e i Tedeschi sono parecchio ingordi.
La £ era la pompa che usavano i nostri ladri nazionali per derubare noi.
Meglio la seconda, avremo comunque meno ladri da mantenere.
 
 
+2 # mfc 2015-07-13 12:59
Citazione Borderline.Keroro:
l'€ è come la £, semplice carta.
Sappiamo che chi ha in mano la stampante ne approfitta derubando gli altri.
Ora, nel manifatturiero l'Italia era la concorrente diretta della Germania, la quale ha salde in mano le leve del comando.
Mettiamo poi una classe politica assolutamente tassassina, ladra, idiota e servile ed eccoci serviti.
Uscire dall'€ serve inoltre a mandare a gambe all'aria la dittatura europea, che su esso si regge.

L'€ è una pompa che usa la Germania per drenare le ricchezze dei vicini, e i Tedeschi sono parecchio ingordi.
La £ era la pompa che usavano i nostri ladri nazionali per derubare noi.
Meglio la seconda, avremo comunque meno ladri da mantenere.

la luna o il dito? Capisc' a-mmé
non è una questione greca tedesca italiana, euro, dollari o talleri, ma che mi spiego a fare.
 
 
0 # Borderline.Keroro 2015-07-13 13:34
guarda che sul resto concordo.
Solo che, imho, dobbiamo difenderci dai Tedeschi, la cui elite è sempre quella.
L'anno scorso ho dovuto dare mio malgrado una ripassatina alla storia tardomedievale.
Ebbene, i Tedeschi erano corruttori e mercantilisti anche nel 1300. Quelli l'istinto predatorio ce l'hanno nel DNA.
Idem i Francesi.
Mi vengon i mente i casi Electrabel: società elettrica belga in mano ai Francesi che, molto europeescamente , hanno impedito di comprare all'ENEl.
E Parmalat, società comprata da Lactalis che aveva più soldi in cassa di quanto speso per portarsela via.
Tutto qui: se salta l'€, l'EUrss avrà le sue belle difficoltà.
 
 
0 # Folletto 2015-07-16 01:40
12 settembre 1955??
 
 
+6 # ELLEBI 2015-07-20 17:16
Paolo Barrai dice che anche tu "hai abbandonato l'oro".
Dato che da tempo non ne parli più...corrisponde a verita? Le tue convinzioni sull'oro , dunque, vacillano??
 
 
+2 # Folletto 2015-07-29 08:46
Citazione ELLEBI:
Paolo Barrai dice che anche tu "hai abbandonato l'oro".
Dato che da tempo non ne parli più...corrisponde a verita? Le tue convinzioni sull'oro , dunque, vacillano??




Ma nel 2015 parliamo ancora di convinzioni?
200 anni di scienza economica sono convinzioni?
Da Menger a Mises fino a Huerta convinzioni?

Non è l'Hazlitt "austriaco", ma ormai ho perso la pazienza di poter aiutare le persone colte

 
 
0 # Folletto 2015-08-01 07:50
Come il Nostro ha twittato per gli allocchi




http://www.zerohedge.com/news/2015-07-30/western-central-banks-have-set-us-youll-hear-printing-presses-mars
 
 
0 # AlessioR 2015-09-11 12:23
http://www.corriere.it/economia/15_settembre_10/banche-ok-consiglio-ministri-attuazione-direttiva-ue-bail-in-a663e412-57f7-11e5-b3ee-d3a21f4c8bbb.shtml
Salvataggio banche: dal 2016 pagheranno anche i correntisti
Se un istituto entra in crisi, non ci sarà più per forza l’intervento dello Stato ma dovranno farsi carico delle perdite anche soci e correntisti oltre i 100 mila euro
 

SCOPRI I NOSTRI LIBRI !

A SCUOLA DI ECONOMIA

CONTANTE LIBERO

ContanteLibero.it
2002-2017 Usemlab Economia e Mercati - Credits: Wirinform.com

Le opinioni espresse non costituiscono sollecitazione all'acquisto o vendita di strumenti finanziari
e possono variare senza preavviso.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica poiche' non viene aggiornato con periodicita' regolare.
Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
Escort

Informativa sull'utilizzo dei cookie : Questo sito Web utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando a navigare nel sito, l'utente acconsente al loro utilizzo. Per info o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie leggi l'Informativa Estesa. Continuando a navigare nel sito, l'utente acconsente al loro utilizzo.Ok