SOSTIENI IL SITO

Usemlab



Tu Ne Cede Malis Stampa
Scritto da Francesco Carbone   
Lunedì 09 Gennaio 2012 19:09
Condividi


caprettaOggi ho saputo che Felice Capretta ha chiuso il suo blog Informazione Scorretta. Mi dispiace e capisco benissimo le tre ragioni che lo hanno spinto a sospendere l'attività. Essendo uno degli autori più vecchi per quel che riguarda i blog economici in circolazione ho sperimentato anche io il peso di questi tre fattori altamente demotivanti.

Li riporto perchè sono condensati in maniera esemplare:

1) timbrare il cartellino, o della fine della gioia
2) tutto è già stato detto, o della fine del tempo
3) le ultime rogne, o della fine della fiducia

Schiacciato da questi stessi fattori più volte sono stato a un passo dal prendere la stessa decisione di Felice Capretta. Se sono andato avanti per dieci lunghi anni (dieci esattamente tra quindici giorni) lo devo sicuramente al crescente supporto dei lettori, ma soprattutto alla forza interiore che mi hanno dato gli insegnamenti della Scuola Austriaca, che non è solo scuola di economia, ma anche scuola di irriducibile entusiasmo, onestà intellettuale, etica della libertà. Tu ne cede malis, sed contra audentior ito. Il motto virgiliano tanto caro a Mises: Non cedere al male ma opponiti ad esso con ancora più forze. Ho usato questa frase per autografare tantissimi miei libri. E' incredibile, ma mi ha dato la forza di continuare anche nei momenti peggiori. E vi garantisco che ce ne sono stati parecchi! Motivo per cui voglio inaugurare l'anno proprio parlando, dal mio punto di vista, delle tre ragioni che hanno spinto Capretta a chiudere il proprio blog.

Il primo motivo mi ha portato nel tempo a scrivere solo quando davvero c'è qualcosa da dire e ho il tempo di scrivere. I primi anni scrivevo un articolo quasi tutti i giorni. Un ritmo insostenibile. Se questo non è un lavoro, non ci si può ridurre a passare le giornate e le notti finendo con la sensazione di timbrare un cartellino. Ho desiderato spesso che questa attività potesse diventare un lavoro a tutti gli effetti, ma se non si è un Beppe Grillo non è facile. Se siamo riusciti ad andare avanti tenendo vivo questo sito è solo grazie ai validissimi libri pubblicati, peraltro di ottima fattura, e la presenza di un forum a costi neanche lontanamente equiparabili a quelli di un servizio professionale di analisi o consulenza (ed infatti il forum NON è un servizio professionale di analisi o consulenza, ma un luogo di ritrovo virtuale in cui poter sviluppare discussioni più ordinate e approfondite). I libri e il forum hanno reso possibile una forma di finanziamento per i sacrifici che io e Matteo, che si occupa della parte informatica, facciamo quasi tutti i giorni, anche quando non si vede un articolo nuovo in home page. Tutto continua a essere fatto part time, ma il problema è che il tempo part time diminuisce man mano che crescendo aumentano le responsabilità e gli impegni personali. Non abbiamo più 30 anni! Li avevamo dieci anni fa!

Il secondo argomento è parzialmente valido. E' vero che abbiamo parlato delle cause della crisi in lungo e in largo. In questo senso anche io potrei concordare che tutto è stato detto. L'argomento diventa già più debole se applicato alle strategie vincenti per affrontare e superare la crisi. Il sottotitolo di questo sito è stato sin dagli inizio "commenti riflessioni e analisi a difesa del capitale". Abbiamo suggerito una delle migliori strategie individuali degli ultimi dieci anni in grado di riuscire a fare molto, molto di più, di una semplice difesa. Anche chi ci segue da meno tempo ha avuto in mano, con i libri, tutti gli strumenti necessari per riuscire a parare i colpi devastanti degli ultimi anni. Si pensi solo allo scempio annunciatissimo sui titoli bancari. Tempo gentiluomo, non finiremo mai di dirlo! Quante volte abbiamo detto di stare lontani da certe schifezze!

Qualcuno ora si lamenta di aver comprato oro sui massimi. Evidentemente non ha seguito i nostri suggerimenti peraltro ripetuti alla nausea: mai comprare tutto in una volta presi dal panico, invece spalmare sempre nel tempo gli acquisti e approfittare delle bastonate che regolarmente arrivano per tenere le masse lontane dall'argomento. Certo se vuoi risparmiare 15 euro evitando di comprare un libro e ti perdi questo prezioso consiglio smenandocene poi 100 volte tanto non dare la colpa se non a te stesso. La storia si ripete sempre: quanti ignorando lo stesso suggerimento avevano comprato oro a 740 euro l'oncia per poi lamentarsi rivedendolo tornare a 550. Cosa quota oggi? Onestamente non lo so, e neanche lo guardo più tutti i giorni. Guardo invece i prezzi delle banche italiane, questo sì, tutti i giorni. Quelle che erano state spacciate dalla classe politica di questo paese come solide e sicure. C'è gente che si è rovinata dando retta a quelle stupidaggini. Non rivedranno mai più i prezzi del 2007. Probabilmente neanche quelli dell'anno scorso. Di sicuro chi dato fiducia alle analisi espresse su questo sito non si è rovinato con i titoli bancari. Altro che 100 euro. Migliaia di euro salvati da un inevitabile buco nero. Ottimo risultato, ma io sono anche stanco di dover ripetere da cosa bisogna stare lontani, vorrei poter cominciare a parlare di cosa comprare, a quali titoli avvicinarsi, senza ritrovarmi a parlare solo di oro e argento.

Purtroppo l'operato dei pianificatori centrali continua a distruggere le fondamenta necessarie per la creazione di valore e di ricchezza che le borse dovrebbero esprimere e incorporare. Tranne qualche titolo isolato, spesso e volentieri drogato da una insana euforia che non trova più altri strumenti sui quali sfogarsi, le borse salgono solo per effetto delle iniezioni di denaro delle banche centrali. Ancora non si vede nessuna luce in fondo al tunnel, se non quella di un treno che ci sta arrivando contro. Di questo dobbiamo ringraziare "loro", "loro" che tutti i giorni si ingegnano per non lasciare alcuna via di scampo alla nostra libertà imprenditoriale e ai nostri risparmi. Arriveranno a fare cose ben peggiori di quelle che hanno fatto finora. Il peggior bandito al loro confronto è un galantuomo. Ti aggredisce in maniera occasionale e casuale. Loro sono sistematici, persistenti, senza limiti. Chi davvero vuole fare qualcosa per cambiare la società nella quale viviamo deve suggerire valide strategie di uscita che vadano oltre l'ambito individuale. In questo senso di cose da dire ce ne sono ancora tante, cercando e proponendo le soluzioni che la scienza economica indica. Se loro ripetono il falso un milione di volte spacciandolo per la verità e funziona, noi con i nostri umili mezzi che la tecnologia ci ha dato dobbiamo continuare a dire la verità mille volte. La verità ripetute mille volte pian piano si sedimenta e si espande. In America in parte ha funzionato, è vero sono avanti cento anni rispetto a noi, ma se nessuno avesse avuto l'ardire oggi non ci sarebbe un Ron Paul né un Mises Institute.

E quindi, in questi giorni anzi che andare a fare le vacanze di Natale ho lavorato più intensamente al libro delle lezioni di Huerta de Soto. Sentendolo come un punto di arrivo che condensa questi miei dieci anni di attività in rete, la sua finale pubblicazione mi metterà nelle condizioni di dover trovare nuovi stimoli e nuove motivazioni. Benché il libro esaurisca a suo modo un lungo percorso di investigazione sulle cause della crisi, per fortuna esso inaugura allo stesso tempo un nuovo percorso di investigazione sulle soluzioni. Ed è su queste che dovremmo cominciare a concentrarci. Oramai siamo nel pantano, le sabbie mobili ci stanno inghiottendo. La gente vuole sapere come uscirne. La scienza economica ci dà tutte le indicazioni necessarie. Si tratta solo di aprire i libri giusti e imparare.

Infine il punto tre, le rogne. La cosa davvero peggiore che possa capitare a chi tiene un blog sono le rogne. Ancora peggio quando arrivano da persone ritenute amiche che lentamente ti logorano e ti levano ogni energia. Ne ho avuto esperienza in prima persona. Ancora una volta: Tu ne cede malis sed contra audentior ito... certo, però è meglio se hai il sostegno di chi apprezza quello che fai. Con loro tutto diventa più facile. Io ringrazio ancora chi, a suo tempo, mi ha dato una mano ad affrontare le mie di rogne, altrimenti non saremmo arrivati a questo decimo compleanno.

Quindi andiamo avanti! Che il 2012 possa aprire nuove strade, dare ancora nuovi stimoli, e farci davvero vedere la luce in fondo al tunnel. Buon anno 2012 a tutti.

P.S. Io mi devo scusare ancora una volta, ma ho nuovamente tantissime email alle quali rispondere. Almeno tutte quelle dell'ultimo mese. Spero di riprenderle a partire da stasera, ieri non ci sono riuscito per problemi tecnici.

 
(46 voti, media: 5.00 di 5)

Commenti 

 
+4 # Folletto 2012-01-09 19:53
:lol: :lol: :lol: :lol:
Tu ne cede malis sed contra audentior ito

Forza Francesco e forza Mises!
 
 
0 # Antonio 2012-01-09 20:17
"...Quindi andiamo avanti! Che il 2012 possa aprire nuove strade, dare ancora nuovi stimoli, e farci davvero vedere la luce in fondo al tunnel. Buon anno a tutti."

Buon Anno anche a te... non sei solo.
 
 
+2 # giaino 2012-01-09 21:10
forza!

teniamo duro e rinnoviamo!

se hai bisogno di una mano, io, e, credo, molti altri, ci siamo
 
 
+4 # amasocco 2012-01-09 22:04
Meriti tutta la nostra stima e riconoscenza, credo che hai seminato più di quello che tu possa pensare. La forza, lo sai, è nello stare dalla parte giusta e tu ci sei da molto tempo, ci sono, ma posso dirti ci siamo, ed è tutto merito tuo. Ti auguro un anno sereno.
 
 
0 # ilbottino 2012-01-09 22:16
Noi tutti siamo grati a te ed anche a Matteo, grazie ad entrambi.
Da parte nostra continueremo a comprare i libri, a studiare e a tener vivo questo sito con i nostri commenti.
In bocca al lupo a tutti.
 
 
+11 # Gatto rognoso 2012-01-09 22:35
Prima parte

1) Ti sei risposto da solo. Va ribadito però il fatto che per ogni Carbone che si fa il mazzo a scrivere ci sono tot. lettori che si fanno bene o male il mazzo per assimilare e, cosa più importante cambiare il punto di vista del loro personale piccolo entourage. Quindi i frutti, magari piccoli e ingiustamente poco apprezzati dai più ci sono eccome...

2) Vallo a dire a chi ha aperto gli occhi sulla scuola austriaca giusto stamattina :lol: oppure vallo a dire ad un tale F.C. che scoprì teorie vecchie di quasi un secolo e poco divulgate a livello universitario giusto una decina d'anni fa...
Tutto non sarà mai detto a tutti e la fine del tempo è solo l'inizio di un altro mezzo giro di ruota.
 
 
+11 # Gatto rognoso 2012-01-09 22:36
Seconda parte

3) Gli amici vanno e vengono; i nemici si accumulano.

Personalmente, da piccolo frequentatore, del tutto al di fuori dalla cerchia "professionale" degli iscritti, posso solo ringraziare per quello che ho ricevuto. Ne ricavo poco o nulla a livello di portafoglio ma avere una visione stabile e coerente dell'andazzo generale paga oltre misura la miseria richiesta in cambio - senza contare poi quanto pubblicato.

Ce l'ho anch'io un "Prevedibile e inevitabile" autografato col motto del mio conterraneo. Se solo provi anche lontanamente a pensare di "incaprettarti" strappo via la pagina e vengo a cacciartela in gola. Buon anno :-)
 
 
0 # insubre 2012-01-09 23:24
Citazione Gatto rognoso:
Seconda parte

3) Gli amici vanno e vengono; i nemici si accumulano.

Personalmente, da piccolo frequentatore, del tutto al di fuori dalla cerchia "professionale" degli iscritti, posso solo ringraziare per quello che ho ricevuto. Ne ricavo poco o nulla a livello di portafoglio ma avere una visione stabile e coerente dell'andazzo generale paga oltre misura la miseria richiesta in cambio - senza contare poi quanto pubblicato.

Ce l'ho anch'io un "Prevedibile e inevitabile" autografato col motto del mio conterraneo. Se solo provi anche lontanamente a pensare di "incaprettarti" strappo via la pagina e vengo a cacciartela in gola. Buon anno :-)


quoto tutto.

grazie francesco e tanti auguri. :)
 
 
0 # faniarte 2012-01-09 23:37
Mi associo a questi fantastici commenti che riflettono alla perfezione il sentimento che provo in questo momento col valore aggiunto di uno spiccato taglio virile, che in questo caso non mi compete, ma che ritengo molto apprezzabile...
grazie a tutti!!
Un encomio al sig. gatto rognoso!
 
 
0 # antibes 2012-01-09 23:23
forza francesco nonrenderci orfani la strada e' ancora lunga ma si incomincia a vedere qualcosa......

con lìoccasione un grazie per l'impagabile ricchezza culturale che hai contribuito a farmi scoprire .
 
 
-2 # piuzero 2012-01-10 00:36
Invece di lamentarsi chi ha comprato oro sui max(che oltretutto in euro non ha praticamente nemmeno corretto) gli consiglio di vendere tutto e comprarsi unicredit. Va tanto di moda!!! Mal comune mezzo gaudio. Ne conosco troppi che si stanno rovinando su UniCredit dopo infinite mediate al ribasso!!!!
 
 
-1 # Uragano 2012-01-10 01:51
Che il 2012 sarebbe stato un anno difficile lo si sentiva in lontananza... e la "resa" di Felice Capretta lascia sconforto almeno in chi scrive.

Contro il tentativo di abbattere ogni forma di pensiero diverso dal mainstream (per non dire regime) bisogna fare 3 cose:
"Resistere, Resistere e Resistere!"

Grazie Francesco.
 
 
+1 # davide71 2012-01-10 01:56
Forza Francesco!

Magari tutto è già stato detto, ma occorre ricordarlo.
Ancora, ancora, e poi ancora!
 
 
0 # Sen 2012-01-10 10:46
Per quanto possa valere il mio sostegno questo sito è stato un faro per orientarsi in anni così bui. L'informazione di qualità è una merce sempre più rara ed è ancor più rara una sana cultura economica. Senza quei pochi blogger che si battono ogni giorno per smuovere i cervelli dai vari indottrinamenti si spegnerebbe anche l'unico barlume di speranza. L'era di Internet è solo all'inizio, i blog e i forum saranno sempe più utilizzati secondo me. C'è ancora tanto da fare e i margini di crescita ci sono. Sono sicuro che puoi contare su validi collaboratori ad aiutarti nella crescita di Usemlab, non smettete di sognare.
 
 
+1 # jack82 2012-01-10 12:03
Ciao,
Questo è il mio primo post, USEMLAB mi era sconosciuto sino a pochi giorni fa. In questi ultimi anni credo di aver condiviso la visione Austriaca anche se non la chiamavo così, ho dovuto conoscere USEMLAB per riscoprirla o meglio scoprirla in quanto all'università mi è stata "insegnata" in maniera molto sfuggevole.
Studiare la storia del pensiero economico ed essere consapevoli che quello che studi non è la verità assoluta ma è mainstream credo che sia la prima regola per uno studente di economia. Poche volte mi è capaitato di incontrare persone consapevoli e con una visione critica basate su un apertura mentale data dalla conoscenza delle varie correnti di pensiero e capaci di elaborare giudizi propri.
Spero di poter dare il mio piccolo apporto e spero di far crescere il più possibile la mia conoscenza di questa scuola cercando di condividerla anche con il mio piccolo network che è molto restio ad aprire gli occhi.
Grazie Francesco e grazie USEMLAB
 
 
+1 # zioalbert 2012-01-10 12:23
Ringrazio Usemlab e Francesco per tutto quello che vi si può trovare di molto interessante compresi i cinque libri che mi sono arrivati e sto leggendo avidamente.
 
 
+1 # Clerion 2012-01-10 15:21
Citazione Gatto rognoso:
Prima parte
1) Ti sei risposto da solo. Va ribadito però il fatto che per ogni Carbone che si fa il mazzo a scrivere ci sono tot. lettori che si fanno bene o male il mazzo per assimilare e, cosa più importante cambiare il punto di vista del loro personale piccolo entourage. Quindi i frutti, magari piccoli e ingiustamente poco apprezzati dai più ci sono eccome...

Condivido e quoto appieno.
Non scrivo molto sul sito, anche perche' ignorante di economia (ignoranza che sto cercando di colmare leggendo i libri di Francesco e non solo), ma lo leggo assiduamente e con esso anche i vari siti di stampo libertario.
 
 
+3 # Clerion 2012-01-10 15:22
Ogni giorno nella pausa pranzo e caffe' discuto con i miei colleghi, cerco di spiegare le "miei" visioni/posizioni.
Non e' certo paragonabile allo sforzo che fanno Francesco ed altri, a cui sono molto grato, ma vi assicuro che e' un sforzo notevole se non fosse altro per le prese in giro o le conclusioni illogiche che si devono sopportare.
 
 
0 # Borderline.Keroro 2012-01-11 17:33
Quoto in tutto.

E a casa quando ti danno del pazzo? Non ha prezzo...
 
 
+2 # zeno.p 2012-01-10 16:27
Partecipo con silenziosa attenzione al tuo lavoro, ma non per questo con minor stima.
Ricambio gli auguri per un buon 2012.

Grazie di tutto.
 
 
0 # Maciknight 2012-01-10 16:58
"non potete impedire agli uccelli di sventura di volare sopra le vostre teste, ma potete impedire loro di nidificare nei vostri capelli"
Francesco e questo sito hanno consentito a tutti noi di impedire che gli "uccelli di sventura" inaridissero le nostre vite e disperdessero le nostre potenzialità
Un grande tributo di gratitudine per Francesco ed Usemlab, che sono certo perseveranno nell'impegno e nell'assunzione di responsabilità
 
 
0 # Pile25 2012-01-11 12:46
Frase presente ne "La forza del singolo"... grande film tratto dal romanzo omonimo di Bryce Courtenay da cui si possono trarre grandi insegnamenti.
Il mio preferito è che tante goccie fanno una cascata e Francesco è il fiume che ci indica il percorso verso la foce.

Grazie Francesco per ciò che fai!
 
 
0 # trader61 2012-01-10 17:16
Grazie Francesco per tutto quello che fai

...avanti cosi'
 
 
0 # elemento79 2012-01-10 19:17
..."quindi andiamo avanti!"... Così mi piace!
Ho letto (... e riletto) tutti i i libri ma non basta.
Questo sito è ogni giorno un pozzo a cui attingere consapevolezza, grazie a te e ai commenti dei lettori.
Resto in attesa delle nuove pubblicazioni, nel frattempo ancora
grazie Francesco
 
 
0 # mauro3 2012-01-10 19:58
Non posso fare altro che associarmi nel ringraziare e sostenere Francesco.
La mia ignoranza è ancora troppo grande per poter fare a meno di USEMLAB, e comunque è sempre un piacere leggervi.
 
 
0 # camillini 2012-01-10 21:29
...in realtà, abbiamo tutto il mare aperto davanti.
Darebbe gusto aver pause per "chiaccherare" - in realtà capire - in pace.
Comunque siamo su una strada comune. Grazie e ciao
 
 
+1 # crisberla 2012-01-11 12:28
Aspetto con ansia il tuo nuovo libro. Buon anno anche a te e alla family!
 
 
0 # Corgico 2012-01-11 15:55
Per la prima volta scrivo in questo forum, pur leggendoti da anni qui e sul vecchio sito. Mi schiero con tutti quelli che ti sostengono, ti incitano e contribuiscono ognuno come meglio può.
Visto che si usa il latino: ad augusta per angusta....
Grazie per il tuo impegno decennale e per quanto farai ancora per tutti noi: sto aspettando il libro sulle lezioni di de Soto...
 
 
0 # ginek 2012-01-11 18:31
Evviva la scuola austriaca, evviva Francesco che ci ha indicato la strada per la sua conoscenza con tutte le conseguenze!
Sono sempre più convinto, però, che oltre a diffondere la conoscenza (preziosissima) sia bene fare qualcosa affinché il libertarismo si diffonda concretamente nella società.
 

SCOPRI I NOSTRI LIBRI !

A SCUOLA DI ECONOMIA

CONTANTE LIBERO

ContanteLibero.it
2002-2017 Usemlab Economia e Mercati - Credits: Wirinform.com

Le opinioni espresse non costituiscono sollecitazione all'acquisto o vendita di strumenti finanziari
e possono variare senza preavviso.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica poiche' non viene aggiornato con periodicita' regolare.
Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
Escort

Informativa sull'utilizzo dei cookie : Questo sito Web utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando a navigare nel sito, l'utente acconsente al loro utilizzo. Per info o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie leggi l'Informativa Estesa. Continuando a navigare nel sito, l'utente acconsente al loro utilizzo.Ok