SOSTIENI IL SITO

Usemlab



Inchinati al Drago della Liquidità Stampa
Scritto da Francesco Carbone   
Giovedì 15 Marzo 2012 19:31
Condividi

dragoDavvero non se ne può più delle stupidaggini che ci raccontano. Scusate ma ogni tanto è d'uopo ricorrere a termini più pratici e stupidaggini non è certo la parola appropriata. Per descrivere le cose immonde che stanno accadendo a nostre spese, è necessario usare parole forti ed espressive che rendano più fedelmente l'idea. Da cui stRonzate: tutti i giorni ci raccontano stRonzate incredibili. Con la R che rotola arrabbiata come una pietRa in una fRana. Sfortunati tutti quelli che con la r moscia a cui non è dato neanche di sfogare tutto il loro sdegno.

Monti di qua e monti di là, il salvatore dell’Italia. Che nausea. Cosa stia facendo nessuno in realtà l’ha capito bene. Facendo i conti della serva io so solo che le tasse continuano ad aumentare al punto che oramai ti viene voglia di ridurre le ore lavorate così da rientrare in uno scaglione fiscale inferiore e farti confiscare qualcosa di meno, anzi che qualche punto percentuale di più. Una battuta? No, io l’ho fatto, davvero! 
 
Mentre tra una stRonzata e l’altra tutti danno il merito a Monti per il pericolo scampato e il ritorno della fiducia, la benzina è arrivata lentamente a costare quasi due euro, come peraltro avevo già previsto a luglio dell'anno scorso nell'articolo sul famigerato EFSF che avrebbe dovuto salvare l'Europa (e che ci avrebbe fatto ritrovare anche "la benzina a 2 euro al litro nel giro di qualche mese"). Niente male, siamo a un +25% in pochi mesi. Ricordo ancora quando scrissi nel forum: "ho fatto la benzina credo per l'ultima volta a 1.50 euro al litro", era qualche mese fa e fu veramente l'ultima volta (e magari avessi preso il minimo anche in borsa come l'ho preso sul prezzo della benzina)!

Colpa degli speculatori se la benzina sta a due euro? Niente affatto! Il principale responsabile dell’aumento di prezzo è invece il vero salvatore della patria, Mario Draghi, che al posto delle fiamme sputa liquidità a LTRI come nessun altro ha mai saputo fare. Neanche Bernake e Greenspan fusi insieme in un orribile mostro inflazionista a due teste. 
 
Spread contro bund a nuovi Minimi: Grazie LTRO. Rendimenti italiani a dieci anni di nuovo sotto il 5%. Ancora grazie LTRO. Fiducia nell'Italia? Solo grazie al LTRO. Pericolo scampato sulle banche. LTRO tutta la vita. Benzina a due euro. E’ già, ancora grazie, ops... grazie dannato LTRO!!
 
Quando sai benissimo che non è colpa degli speculatori, ma di Monti e di Draghi se la benzina sta a due Euro (ricordiamoci le accise le più alte di tutto il pianeta sulla benzina italiana), ogni volta che vai al distributore ti girano. Cosa ti girano? Le palle ovviamente, oramai tanto gonfie che per rendere meglio l’idea sei costretto a scrivere piuttosto la parola cOgliOni, con le due O maiuscole. 
 
A proposito volete farvi un'idea di uno schema di Ponzi tutto a vostro danno che dietro le quinte del LTRO è stato messo in piedi? Prendiamone uno semplice semplice e veloce veloce ispirato da questo articolo di un paio di settimane fa il cui meccanismo era stato ben spiegato e anticipato anche internamente al nostro forum dal sempre ben attento attiila.
 
Ciò che molte persone non sanno è che le banche italiane per accedere ai prestiti LTRO delle BCE hanno emesso in gran corsa e in gran quantità obbligazioni che si sono ricomprate esse stesse. Non è una battuta, hanno emesso titoli di debito che si sono tenute in portafoglio e hanno schiaffato in bilancio sia dal lato della attività, come obbligazioni detenute in portafoglio, sia dal lato delle passività come obbligazioni emesse. Vi viene da ridere? Aspettate.
 
Lo Stato italiano del grande Monti, che senza gli aiuti diretti e indiretti della BCE a quest’ora avrebbe già fatto la fine della Grecia con i tassi al 1000% a un anno, su tali obbligazioni ha concesso la propria garanzia, per cui la banca è potuta andare dalla BCE lasciandola come collaterale per l’operazione LTRO 2 e facendosi dare in cambio altri Euro freschi di stampa.
 
Con i soldi presi a prestito all’1% la banca in parte ha comprato e continuare a comprare titoli di stato italiani contribuendo ad abbassare lo spread e i rendimenti (si si, merito di Monti, come no, se guardi di là, c’è pure un asino che vola) mentre altri soldi li tiene parcheggiati presso la BCE aspettando di utilizzarli per qualche “speculazione” più interessante con la quale fare un buon affare a rischio contenuto (magari qualche future sul petrolio?? E perché no? Perché non anche sulle borse? Sempre meglio che darli alla famiglia o all’impresa che chissà quando li rivedi mai se va male, almeno dai futures esci in cinque secondi… ma solo se hai un bravo broker! Altrimenti ci impieghi anche oltre un minuto!). 
 
Nella sostanza tutto sto giro di partite obbligazioni fuffa, finanziamento, acquisti, parcheggio, cosa nasconde? Ve lo siete chiesti? Johm Smith riassume a modo suo:
 
In sostanza il governo in carica, che è bene ricordarlo, NON lavora per i poteri forti, ha rilasciato una fideiussione omnibus a nome dello stato italiano (cioè noi), illimitata per importo sicuramente, forse anche per scadenza, a favore delle banche italiane. In pratica: Io emetto una cambiale a me stesso, lo stato ha firmato per AVALLO, e io come beneficiario sconto la cambiale in banca centrale, che mi dà i schei, perchè sa che c'è la garanzia dell'avallante, l'ignaro Italico Pantalone.
 
Io invece aggiungo qualche altra considerazione.
 
1) Di sicuro, resta comunque il fatto che se qualche mese fa eravamo nel pantano, adesso ci siamo dentro ancora peggio di prima. Le operazioni LTRO hanno solo soppresso il segnale chiaro dato dal mercato. E per riuscire nello scopo le banche hanno consegnato le nostre mutande da una parte mentre dall'altra hanno ripreso a fare paccate di soldi facendo leva sull’azzardo morale e sul carry trade (concedetemi la parola paccata, a quanto pare è diventata una espressione di moda!). 
 
2) Ma a sto punto se così stanno le cose, perché diamine la BCE non fa un altro terzo giro di LTRO e i soldi non li presta direttamente alle imprese e alle famiglie che si lamentano tanto di non ricevere credito dalle banche? Se bisogna lasciarci le mutande per avallo delle Stato sui titoli delle banche italiane emessi ad HOC per ricevere il finanziamento della BCE, tanto vale che le mutande in banca centrale ce le portiamo di persona assumendoci ciascuno la propria responsabilità. 
 
Tutti quelli che si lamentano della mancanza di credito vorrebbero un bel prestito all’1% a tre anni come è stato concesso alle banche, non è vero? Bene: come collaterale lasciano una bella cambiale emessa per l'importo desiderato e con la garanzia dello stato italiano (sufficiente il numero di passaporto!) e voilà il gioco è fatto. Almeno così risolviamo il problema del credito che non arriva dalle banche alle famiglie e alle imprese italiane e i giornali la finiscono di tritarci i maroni con sta storia. Mah, chissà se tra una stRonzata e l’altra qualche giornale avrà mai il coraggio di scrivere questa mia proposta demenziale.
 
3) Infine, tanto di cappello a chi è riuscito a cavalcare gran parte del gran rally degli asset finanziari che ancora si protrae inarrestabile. Io a mio modo ne ho preso poco meno della metà. Dal BTP day oramai la speculazione al rialzo è diventata ufficialmente uno sport nazionale, indirettamente sponsorizzato dalle banche centrali. Del resto per fare qualche soldo extra in maniera legale senza dover lasciare direttamente il 50% dei guadagni a chi oramai ci considera a tutti gli effetti suoi schiavi (con una tassazione tra imposte dirette e indirette che oramai in Italia credo abbia superato il 75% di schiavi si tratta e non certo di persone libere) non è rimasto molto altro da fare.
 
Godiamoci questi guadagni finché durano e auguriamoci già una buona speculazione al ribasso una volta che la fase corrente si sarà esaurita. Da quel lato lì è sempre più difficile fare soldi, tanto che il vero eroe del trading a mio avviso resta sempre lo speculatore ribassista. E' a lui che nel mondo fiat, nel mondo al contrario plasmato dalle banche centrali, bisognerebbe dedicare un monumento. Quando e se un giorno verrà eretta una statua allo speculatore ribassista, sarà in una piazza di una città di persone veramente libere. E io, se sarò ancora vivo, magari a novanta anni, vorrei essere chiamato a inaugurare l'opera d'arte! Vi garantisco un bel discorso senza più rabbia e brutte parole... in fondo per quell'epoca i responsabili di questo disastro saranno sicuramente già crepati.
 
 
(50 voti, media: 4.66 di 5)

Commenti 

 
0 # Antonio 2012-03-15 22:36
Bravo Francesco, scritto "sanguigno", dai santi contenuti.
 
 
+1 # Francesco 2012-03-15 23:27
rispetto alla prima pubblicazione ho cambiato il titolo (ignorante come l'articolo) e aggiunto un ultimo paragrafo (per smorzare ironicamente sulle parole pesanti e volgari utilizzate).

Davvero il disgusto è veramente ai massimi livelli, non puoi più aprire la pagina di un quotidiano senza trattenere i conati di vomito. accontentiamoci di partecipare ai gain di borsa, anche se domani scadono futures e opzioni che di solito è un buon selling point (almeno per un ritracciamento) .
 
 
+5 # giaino 2012-03-15 23:40
ci prendono per il culo perché ci piace così.

fossi io da quell'altra parte e di fronte a me vedessi una marea di coglioni che chiede aiuto alla mmt e soci, li fotterei con gusto
 
 
0 # Ashoka 2012-03-16 14:08
quando ho visto il tuo pezzo stavo giusto giusto traducendo l'articolo su zerohedge.. http://vonmises.it/2012/03/16/dalla-padella-alla-brace/
 
 
+1 # astore21 2012-03-15 23:42
Se allo schifo si può aggiungere altro schifo, tra tasse,accise e balzelli vari, stamane ho scoperto (a mie spese) l'entrata in vigore una nuova tassa indiretta: per qualsiasi certificato di residenza e/o stato di famiglia che si richieda in Comune è ora richiesta, ex abrupto, la mitica marca da bollo da € 14,62. Olè! Domani è un altro giorno...e un'altra tassa...poi arriva l'IMU e poi l'IVA al 23%..
 
 
0 # JoeDae 2012-03-16 00:27
Bah una volta c'erano i draghi seri... quelli che sputavano fuoco!

Oggi invece buttano liquidi... mah :-D (sarà colpa del rincaro della benzina!)

A parte l'umorismo capisco il tono e il linguaggio anche la sensazione di essere circondato da un mondo schizofrenico che si getta nel burrone senza nemmeno domandarsi perchè lo sta facendo. Quello che ci resta è sopravvivere al meglio possibile, usando queste conoscenze che abbiamo approfondito il resto è decisamente al di la delle nostre facoltà.

Per il resto ecco un 'incontro scontro' fra Peter Schiff e Paul Volcker (leggendario ex-presidente FED):
http://www.youtube.com/watch?v=pMWZzadTMfg&list=UUIjuLiLHdFxYtFmWlbTGQRQ&index=1&feature=plcp
 
 
0 # seba2 2012-03-16 01:44
grazie Francesco :lol:
 
 
+3 # davide71 2012-03-16 02:30
Ciao a tutti:
Monti sta salvando lo Stato italiano, non l'Italia. Sta salvando l'immensa pletora di dipendenti pubblici, pensionati, clienti e liberi professionisti che ruotano intorno allo Stato (quasi tutti del resto: Architetti, Medici, Avvocati, Commercialisti, Notai, etc.), che per vivere hanno bisogno dei prestiti esteri, perché l'Italia non vuole (e spesso non può) mantenerli! Purtroppo il Privato si appresta a diventare lo Schiavo del Pubblico!
 
 
0 # mfc 2012-03-16 03:40
Articolo di grande sentimento. Stai parlando al cuore.

ti riporto dal messico il carburante alla pompa è 10 pesos
10 Mexican peso = 0,6044 Euro
tra la stanca incazzatura generale, qui son abituati a farsi spremere e ogni tanto tolgono 3 zeri ai fiat pesos.
Il basso prezzo della benzina non deve trarre in inganno.
Tutti gli aumenti servono per alimentare le follie dei politici che promettono opere a destra e manca.
Le elezioni sono vicine e il PRI (partido revolucionario institucional, il nome è un programma) tenta di riconquistare la maggioranza dopo averla persa da poco piu di 10 anni. Il pri prima di perdere è stato al governo ininterrottamen te per una settantina d'anni!!
Pensare che son entrambi partiti di destra.
Anche qui, Nafta o non Nafta siamo a Estados Unidos Socialistas de Mexico.
Limiti stretti sul contante anche qui e a muso duro.
Mi consolo con un margarita e l'idea che presto ritornerò a casa. Inferno,dolce inferno
 
 
+4 # giaino 2012-03-16 09:18
"l'andamento dello spread ci conforta e ci consente di affermare che siamo con un piede fuori la crisi"

questo afferma il politicante di turno, lo dice senza pudore, magari ci crede anche lui, chissà.

chi lo ascolta, che ha bisogno di essere confortato e tranquillizzato , gli crede ciecamente, e si rilassa un po'.

e allora passa tutto, passa la benzina a 2 euro, passa un calo del consumo di carburanti a febbraio del 20% (ma vi rendete conto che questa è l'anticamera del fallimento???), passano anche le nuove mazzate fiscali, tanto nella seconda parte dell'anno si tornerà a crescere.

crescere, manco sanno cosa significhi, i pecoroni, però suona bene, forse significa ricchezza.

e poi ci sono i pessimisti, gli austriaci, lasciali stare quelli.

infine, gli imprenditori, quei ladri, evasori, vanno stangati, vanno colpiti, maledetti, evviva befera!

---
chi può, davvero, si salvi
 
 
+3 # ATTIILA 2012-03-16 14:06
Tra qualche giorno forse anche MPS farà un altra alchimia contabile che gli permetterà di risparmiare i soldi che doveva come oneri finanziari allo Stato italiano o meglio a tutti i cittadini italiani per la garanzia concessa grazie all'uso dei Tremonti bond . Aspettiamo fiduciosi che MPS onorerà quanto dovuto ai cittadini italiani e non utilizzerà la formuletta dell'Impairment test sull'avviamento in bilancio . Vero Dott. Mussari che MPS non cercherà scorciatoie contabili ( anche se lecite) visto che tutti gli italiani stanno tirando la cinghia senza saperne il vero motivo di questo strozzaggio dei pantaloni ? sono 160 milioni di euro che dovete a noi cittadini italiani dott . Mussari . Comunque sono certo che Lei è un gentiluomo e per cui sono assolutamente fiducioso che lei ( e in particolare la banca che rappresenta) farà di tutto per dare il suo contributo per il salvataggio di questo paese onorando quanto dovuto.
 

SCOPRI I NOSTRI LIBRI !

A SCUOLA DI ECONOMIA

CONTANTE LIBERO

ContanteLibero.it
2002-2014 Usemlab Economia e Mercati - Credits: Wirinform.com

Le opinioni espresse non costituiscono sollecitazione all'acquisto o vendita di strumenti finanziari
e possono variare senza preavviso.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica poiche' non viene aggiornato con periodicita' regolare.
Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
Escort