SOSTIENI IL SITO

Usemlab



Documentario: Frode Stampa
Scritto da Francesco Carbone   
Martedì 24 Luglio 2012 10:20
Condividi

 

fraude2  Finalmente è disponibile con i sottotitoli italiani il documentario spagnolo dal titolo Fraude Documental. Della durata di 68 minuti e realizzato con il contributo tra gli altri del prof Jesus Huerta de Soto, Philipp Bagus, Jamon Rallo, e altri esponenti di Scuola Austriaca, il documentario offre finalmente al pubblico italiano un approccio differente sulle ragioni della corrente crisi economica (per vedere il film con i sottotitoli seguire quest'altro link)

Non è possibile leggere ancora un Beppe Grillo che presenta teorie alternative assolutamente demenziali sulle cause della crisi spacciandole pure per originali e diverse dal solito pastone offerto quotidianamente dai nostri media. Leggiamo ad esempio cosa dice dell'ultimo lavoro al quale ha contribuito il premio nobel Stiglitz: "La causa causante della crisi attuale è stato un cambiamento strutturale dell'economia reale: il declino dei redditi nell'industria si deve a ciò che di solito è un bene (l'aumento della produttività) e alla globalizzazione che ha prodotto una forte moderazione salariale. In altri termini: il settore industriale è vittima del suo proprio successo".

Ma dico, come si fa a credere e a scrivere stupidaggini di tale portata? Beppe Grillo ignorante in economia tanto quanto i premi Nobel a cui si rifà, non riesce proprio a fare 1+1: se l'aumento della produttività è un fattore che conduce a un aumento dei salari reali (si legga A Scuola di Economia, pag 201), se la globalizzazione da che mondo è mondo è un processo che va a beneficio di tutti gli agenti economici coinvolti negli scambi internazionali (si legga ancora A Scuola di Economia, pag 251), come è possibile allora che una loro combinazione operi invece a danno della società? Cosa è? Le leggi economiche all'improvviso in questo terzo millennio non sono più valide? Possono venire stravolte all'occasione solo perché oggi abbiamo internet anzi che la zappa in mano?

Non diciamo stupidaggini: se si verifica una forte moderazione salariale e non un aumento diffuso del benessere a causa di due fattori positivi bisogna fare qualche sforzo in più (che per pigrizia intellettuale o ipocrisia ideologica né Grillo nè Stiglitz hanno mai fatto) ed andare ad indagare i difetti di questo presunto sistema capitalistico che, come insegna la Scuola Austriaca tale non è: "incolpare il mercato per questa crisi rivela un'ignoranza della realtà. Questa è la realtà: la società e l'economia sono oggetto profondo di interventismo particolarmente in quei settori colpiti dalla crisi, come il mercato immobiliare e quello del denaro". Carlo Rodriguez Braun già al secondo minuto del documentario.

Consiglio quindi la visione del documentario a tutti quanti, fatelo girare, consigliatelo ai vostri amici, bombardate chiunque, in particolar modo quelli del movimento cinque stelle. E' di fondamentale importanza che la lettura e l'interpretazione dei fatti secondo la Scuola Austriaca di Economia emerga tra la gente comune e possa arrivare un giorno ad essere diffusa anche a livello mainstream. Non ci sono altre vie percorribili se non quelle indicate nel documentario per uscire da questa crisi.

Non è possibile che per sbarazzarci dei parassiti che ci governano da lungo tempo si sia costretti un domani a votare Beppe Grillo (pur di non vedere e sentire mai più gente come Bersani che dà del vigliacco, poco di buono e traditore del paese a chi porta legalmente i soldi all'estero per sottrarli alla loro vergognosa confisca) per dover poi abbandonare il paese il giorno successivo, pena l'essere ulteriormente impoveriti da politiche economiche altrettanto deleterie e controproducenti.

"Abbiamo l'imperativo morale di ricercare la libertà" recita la voce narrante verso la fine del documentario, ma ad esso dobbiamo anteporre la ricerca della verità scientifica in campo economico, dalla quale ufficialmente non siamo mai stati tanto lontani come oggi.

 
(16 voti, media: 4.75 di 5)

Commenti 

 
+2 # Silvano1970 2012-07-24 16:37
gran bel video, anche se il prof Huerta de Soto che si dondola durante l'intervista, non si può proprio vedere :D
 
 
0 # Borderline.Keroro 2012-07-24 17:40
concordo.
Però devo anche dire che il linguaggio del corpo di Huerta non fa pensare che ci stia raccontando frottole.
Quando invece vedo grandi economisti del calibro di Monti, Barnard, l'alieno alienato Krugman, un vago messaggio di presa per il culo aleggia tutt'intorno a loro.
 
 
0 # jack82 2012-07-24 17:56
Citazione Borderline.Keroro:
.
Quando invece vedo grandi economisti del calibro di Monti, Barnard, l'alieno alienato Krugman, un vago messaggio di presa per il culo aleggia tutt'intorno a loro.


togli grandi per piacere...
e se vuoi anche economisti

grazie
 
 
+2 # giaino 2012-07-24 17:57
definire barnard un economista mi pare un tantino forte
 
 
0 # giannig 2012-07-24 16:44
Citazione Silvano1970:
gran bel video, anche se il prof Huerta de Soto che si dondola durante l'intervista, non si può proprio vedere :D


Concordo!

Video chiarissimo, adesso proprio non ci sono più scuse per nessuno.
TUTTI dovrebbero spegnere la TV per 1 ora, togliersi per 60 minuti la spazzatura dal cervello e con un piccolo sforzo di volontà capire una volta per tutte.
 
 
0 # GiorgioM 2012-07-24 17:07
Magari fosse così facile, la verità è che per capire il truffone nella sua totalità, in tutte le sue più perverse sfaccettature a molti non basterebbe una vita sui libri di economia.
Bel documentario comunque :-)
 
 
+2 # Francesco 2012-07-24 17:47
si però come dice qualcun altro huerta sul dondolo scandisce il poco tempo rimasto prima della fine del truffone... tick tock, tick tock... è come il pendolo inesorabile... fa l'ottimista nei suoi articoli e nei suoi interventi, ma sotto sotto lo sa benissimo che il sistema è spacciato... ne sono convinto!

ps. preparate scorte di cibo e acqua per almeno un paio di settimane! specialmente se vivete in una grande città (ancora ancora nelle piccole qualcosa la rimedi sempre)... non si sa mai...
 
 
0 # Silvano1970 2012-07-24 17:49
hehehehehe ottima chiave di lettura, te ne do atto Francesco....
 
 
0 # giaino 2012-07-24 18:01
non ti sei mai sbilanciato così tanto, sinora, rispetto alle tempistiche del crack
 
 
0 # Francesco 2012-07-24 18:10
Citazione giaino:
non ti sei mai sbilanciato così tanto, sinora, rispetto alle tempistiche del crack


come no, nel forum interno avevo dato gli stessi consigli di fare scorte a dicembre del 2011... per fortuna non successe nulla.... adesso secondo me ci risiamo vicini... in ogni caso è sempre bene avere scorte per due-quattro settimane di autosufficienza , soprattutto se si vive nelle grandi città.
 
 
0 # Maciknight 2012-07-25 17:33
sei ottimista Francesco, solo un paio di settimane? io consiglio alcuni mesi ...
 
 
0 # giaino 2012-07-24 17:58
molto ben fatto
 
 
+1 # giaino 2012-07-24 18:02
comunque, nel caso qualcuno avesse ancora dei dubbi in merito al grado di consapevolezza, queste le due notizie di apertura del radiogiornale appena sentito:

- gli speculatori attaccano il mercato e fanno crollare italia e spagna
- mattia destro è della roma
 
 
0 # luca 2012-07-25 02:27
In merito all'imminenza del default italiano dice Gpg Imperatrice Oscura:

a) CASSA: al 31/5 era di 36 miliardi (a Giugno/Luglio storicamente l’ammontare della cassa cresce sempre)
b) DEPOSITI: ci sono altri 29 miliardi al 31/5
c) RISERVE BANCA D’ITALIA: al 30/6 ci sono 100 mld in oro, ed oltre 30 in valuta

Escudendo l’ORO abbiamo quasi 100 di cash spendibili (diciamo 50 per prudenza facilmente spendibili).

Secondo me vivremo nei prox giorni tensioni, forse aste parzialmente disattese o cancellate, e come ho gia’ detto caos di vario tipo
Non vedo come lo stato possa andare in INSOLVENZA in tempi brevissimi, stante queste cifre e condizioni (ovviamente l’appuntamento e’ rimandato), mentre potrebbe insorgere l’insolvenza di qualche banca (e questa si’, potrebbe avere ricadute sulla PA).

Un saluto

GPG
 
 
0 # luca 2012-07-25 02:29
il commento è qui: http://www.rischiocalcolato.it/2012/07/a-questi-tassi-non-arriviamo-alla-fine-della-settimana.html
 
 
0 # Antonio 2012-08-06 10:45
Ottimo video, perfetto, bellissimo!

Concordo con Giannig "di sopra", aggiungendo che purtroppo alla maggior parte delle persone piace e fa comodo "non capire".

La filosofia del "pasto gratis" è stata ben inserita nel dna dei cittadini, è dura essere attori e non spettatori della propria vita.
 

SCOPRI I NOSTRI LIBRI !

A SCUOLA DI ECONOMIA

CONTANTE LIBERO

ContanteLibero.it
2002-2017 Usemlab Economia e Mercati - Credits: Wirinform.com

Le opinioni espresse non costituiscono sollecitazione all'acquisto o vendita di strumenti finanziari
e possono variare senza preavviso.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica poiche' non viene aggiornato con periodicita' regolare.
Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
Escort

Informativa sull'utilizzo dei cookie : Questo sito Web utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando a navigare nel sito, l'utente acconsente al loro utilizzo. Per info o per negare il consenso all'installazione di tutti o di alcuni cookie leggi l'Informativa Estesa. Continuando a navigare nel sito, l'utente acconsente al loro utilizzo.Ok